Cosa vedere a Chioggia in un giorno

Chioggia si trova nella laguna di Venezia a pochi chilometri dalla Serenissima. Una città dinamica, che mescola l’eleganza architettonica alla veracità marinara. Chioggia è uno dei centri storici più belli e interessanti del Veneto, ma non tutti conoscono le sue bellezze culturali. In questo articolo ti spiego cosa vedere a Chioggia in un giorno. Scoprirai un itinerario a piedi, che ti porterà dallo splendido centro storico di Chioggia alle spiagge della laguna.

 

cosa vedere a chioggia

 

Cosa vedere a Chioggia


Chioggia si trova nell’area meridionale della laguna di Venezia, tra il Delta del Po e la Serenissima.

Chioggia è meno nota, ma anche meno inflazionata di Venezia e questo ti permette di apprezzarne meglio la cultura locale. A Chioggia riecheggiano le memorie di Carlo Goldoni e della sua commedia teatrale Le baruffe chiozzotte.

Qui il turismo mordi e fuggi di Venezia non c’è o se c’è si camuffa bene. A Chioggia il turismo è moderato come in una qualsiasi altra città d’arte del Veneto, all’infuori di Venezia, dove i flussi di vacanzieri spesso sono incontrollati ed esagerati, mettendo a rischio la conservazione del patrimonio culturale urbano.

A Chioggia è tutta un’altra storia e questo ti permetterà di vivere momenti magici e una vacanza straordinaria.

 

 

Prima di dirti cosa vedere a Chioggia, voglio ricordarti che stai per visitare la città dei ponti, delle acque (quella della laguna e quella delle foci del Brenta e dell’Adige) e dei film. Qui infatti sono stati girati molti dei film ambientati a Venezia. Alla fine sono molto simili, ma Chioggia è decisamente meno cara… anche per le produzioni cinematografiche.

Per capire cosa vedere a Chioggia bisogna addentrarsi nelle vie del suggestivo centro storico, le famose calli.

 

Chioggia

 

Cosa vedere nel centro storico di Chioggia


Il centro storico di Chioggia è di origine medievale, è stato ricostruito dopo gli ultimi scontri contro Genova alla fine del Trecento.

Il nostro itinerario su cosa vedere a Chioggia parte dalla Cattedrale di Santa Maria, nel rione duomo, subito dopo Porta Garibaldi.

Fino ai primi anni del Seicento sullo stesso luogo sorgeva una chiesa medievale, della quale oggi rimangono solo i resti di un sarcofago del 1474. La chiesa antica venne distrutta da un feroce incendio e così si decise per la costruzione di una nuova Cattedrale.

L’attuale struttura del Duomo risale quindi al Seicento e fu progettata da Longhena, il quale realizzò una chiesa che si ispira alle architetture del Palladio.

Uscito dalla Cattedrale addentrati nel cuore del centro storico. La nostra seconda tappa è la Torre di Sant’Andrea, un campanile di circa 30 metri, che nel Medioevo, quando fu costruito (X-XI secolo), aveva funzioni difensive e di controllo sul porto di Chioggia.

Dal 1389 ospita uno degli orologi da torre più antichi del mondo e ancora oggi perfettamente funzionante, la cui paternità è attribuibile alla famiglia Dondi dall’Orologio.

In questa Torre ha sede il Museo dell’orologio allestito lungo i sette piani del campanile. Per informazioni aggiornate su come accedere, ti consiglio di chiedere sul posto.

 

Chioggia

 

Proseguiamo il nostro itinerario alla scoperta delle cose da vedere a Chioggia e arriviamo nel punto forse più noto della città: il mercato del pesce, la famosa Pescheria.

Qui ogni giorno arriva tutto il pesce fresco preso di notte dai pescatori locali. Una tradizione secolare che ogni giorno si ripete. La gente del posto, compresi molti ristoratori, si accalcano alle prime luci dell’alba per accaparrarsi il pesce più fresco.

L’unico giorno in cui non vedrai pesce sui banchi è il lunedì, perché la domenica i pescatori riposano.

Molti turisti si chiedono cosa comprare a Chioggia, se ne hai la possibilità, ti consiglio di acquistare l’ottimo pesce appena pescato.

L’ingresso monumentale è opera di Amleto Sartori ed è conosciuto come Portale a Prisca, perché l’opera è dedicata a una bambina, Prisca, scomparsa in tenera età alla quale i suoi cari hanno voluto dedicare il monumento.

Uscito dal mercato del pesce guarda verso l’alto e osserva lo splendido Palazzo Granaio, poi dirigiti verso i moli del porto dopo potrai ammirare Ponte Vigo, uno dei simboli storici della città.

 

Chioggia

 

Per proseguire il tour su cosa vedere a Chioggia, supera il ponte e supera Calle Santa Croce e dirigiti verso la Chiesa di San Domenico, che conserva ancora i segni dell’acqua alta.

Questa Chiesa ospita il crocifisso più caro ai chioggiotti, il cosiddetto Cristo di San Domenico, simbolo della devozione plurisecolare al Santo.

La leggenda vuole che a trovare il crocifisso furono i pescatori della zona i quali contribuirono alla diffusione dell’immagine riproducendola sulle vele e sulle prue, e distribuendola agli abitanti di Chioggia riprodotta su frammenti di legno presi dai relitti.

Molto bella, all’interno della Chiesa, è l’opera del Carpaccio con la raffigurazione di San Paolo, che risale al primo Rinascimento. Suggestive sono anche le tolele, piccoli ex voto dipinti sui resti dei relitti e donati dai pescatori scampati alla morte dopo un naufragio.

Esci dalla Chiesa di San Domenico e passeggia sotto i portici che costeggiano Canal Vena. Cammina sotto le arcate in pietra e goditi lo spettacolo. I fondachi, con gli attracchi per le barche, la gente in strada, le calli strette e lunghe, e i panni stesi tra i palazzi, ti porteranno in un’atmosfera unica.

Se ti stai chiedendo cosa fotografare a Chioggia, questo è il punto della città a mio parere più fotogenico e suggestivo.

 

Chioggia

 

Cosa vedere a Sottomarina


Abbiamo visto cosa vedere a Chioggia nel centro storico, ora spostiamoci sul mare, nella zona più frequentata nei mesi caldi.

Chioggia mare si chiama Sottomarina ed è ubicata a nord della foce del Brenta tra l’Adriatico e il centro storico. Chioggia e Sottomarina sono collegate dal lungo Ponte San Giacomo, che attraversa tutta l’Isola dell’Unione.

La spiaggia di Sottomarina è molto frequentata d’estate ed è attrezzata con ogni comfort, dai locali ai giochi per bambini ai lidi.

Se non hai intenzione di fermarti in uno degli stabilimenti balneari, ti consiglio di seguire la passeggiata sul lungomare di Sottomarina fino al Forte San Felice.

Questo Forte è stato costruito alla metà del Cinquecento e presenta la tipica geometria a stella delle fortificazioni rinascimentali. All’epoca era uno dei baluardi a protezione delle bocche di porto.

Sottomarina è anche un punto strategico per spostarsi via mare a Venezia o nelle Isole circostanti. Il vaporetto della linea 11 collega Chioggia a Piazza San Marco passando per l’Isola di Pellestrina.

 

Men collecting shells at dawn

 

Cosa fare a Chioggia se piove


Come in tutte le città di mare, passeggiare sotto la pioggia non è un granché. Chioggia però ha i famosi portici che possono offrirti un comodo riparo e tantissimi ottimi bar dove stare tranquilli, magari sorseggiando uno spritz e mangiando degli stuzzichini come aperitivo.

Se, invece, preferisci comunque continuare a seguire il tuo itinerario culturale, ti consiglio di visitare il Museo civico della laguna sud.

Questo museo si trova fuori dalla cinta muraria del centro storico, al civico 1 di Campo Marconi, nell’ex-convento medievale di San Francesco fuori le Mura.

Rappresenta uno dei principali luoghi culturali della laguna di Venezia ed è il principale museo archeologico ed etnografico di Chioggia. Ideale per conoscere meglio la storia locale.

Il Museo è aperto tutti i giorni, tranne il lunedì, dalle 9-13. Il sabato e la domenica è aperto anche di pomeriggio dalle 15 alle 18.

 

Dove mangiare a Chioggia


Ora sai esattamente cosa vedere a Chioggia. Però, ogni gita culturale che si rispetti deve concludersi con l’assaggio della cucina tipica.

Allora, cosa mangiare a Chioggia?

Sicuramente pesce, ma attento a non finire in un ristorante turistico, perché come saprai sono molto economici, ma spesso la qualità è pessima.

Di tutti i ristoranti che ho testato a Chioggia l’unico che fino ad ora mi ha stupito con piatti eccellenti nel rispetto della tradizione culinaria chioggiotta è:

Osteria Ai Dogi
Calle Ponte Zitelle Vecchie, 708, 30015 Chioggia VE
Per prenotazioni: 041 401525

I cibi che ti consiglio di assaggiare sono le immancabili capesante, la granseola, le sarde in saore e un bel fritto misto di pescato.

Se visiti Chioggia nel periodo di Natale, non ti dimenticare di assaggiare la crema fritta, una vera delizia per il palato.

 

Dove parcheggiare a Chioggia


Parcheggiare a Chioggia non è facile. Ti consiglio quindi due luoghi strategici dove puoi lasciare la tua auto e in pochissimo tempo arrivare al centro storico.

Nell’area del porto trovi sia un’area parcheggio scoperta, sia un multipiano coperto. Guarda la mappa in alto per trovarli in modo facile e veloce. Entrambe sono aree parcheggio a pagamento.

 

Dove dormire a Chioggia


Abbiamo visto cosa vedere a Chioggia, dove mangiare e dove parcheggiare l’auto, ora focalizziamoci sul pernottamento.

Come per i ristoranti anche per gli alberghi devi stare molto attento. Ce ne sono di bellissimi, ma anche di tremendamente squallidi, dove mobili vecchi e muffa creano odori nauseabondi.

Questi, a mio giudizio, sono quattro degli alberghi e b&b migliori di Chioggia in termini di qualità-prezzo. Per andare sul sicuro scegli uno di questi:

Hotel Grande Italia

B&b Antico Orologio

Casa di Lucia

Chioggia Bridges 

 Hai trovato utile questo articolo? Iscriviti alla nostra Newsletter e ricevi tutti gli aggiornamenti del blog prima degli altri.