Cosa vedere ad Arquà Petrarca e dintorni

Hai intenzione di visitare Arquà Petrarca? Di sicuro uno dei borghi medievali più belli del Veneto. In questo articolo ti indico cosa vedere ad Arquà Petrarca e dintorni per trascorrere una deliziosa gita fuori porta con tutta la famiglia.

 

Arqua Petrarca

 

Cosa vedere ad Arquà Petrarca: cenni storici

Prima di mostrarti cosa vedere ad Arquà Petrarca, voglio parlati un po’ della sua storia.

Arquà Petrarca si trova nella provincia di Padova, all’interno del territorio dei Colli Euganei e vicino alla cittadina di Monselice.

Nell’Alto Medioevo, il villaggio longobardo di Arquà è sempre stato strettamente collegato alla Rocca di Monselice, probabilmente ne rappresentava un bastione difensivo. Una sorta di avamposto che controllava i traffici e difendeva i confini.

Il Medioevo è un’epoca particolare, perché come saprai se sei un appassionato di storia, i castelli subirono tante modifiche nel corso dei secoli. Modifiche strutturali, passando dal legno alla pietra, e di destinazione d’uso.

Arquà Petrarca viene considerato uno dei borghi più belli del Veneto e d’Italia.

Ancora oggi possiamo vedere la parte alta, detta Monte Castello, dove abitava la famiglia signorile. E la parte bassa, il borgo vero e proprio, dove si trovano l’insediamento e la prima cinta muraria.

La parte bassa era raccolta attorno alla Chiesa di Santa Maria, mentre la parte alta intorno a quella della Trinità.

La Chiesa di Santa Maria nell’XI secolo ebbe il titolo di pieve, quindi un centro religioso che fungeva da fulcro di una comunità cristiana che andava ben oltre i confini di Arquà.

Dal XII secolo in poi il borgo di Arquà fu sempre legato alla storia politica e militare di Padova. Ancora oggi molti palazzi signorili ricordano lo stile delle dimore padovane.

Il 1364 è un anno particolare per Arquà, perché Francesco Petrarca mentre si trovava ad Abano per delle cure termali venne a conoscenza di uno splendido borgo di origini antichissime.

Pochi anni dopo, nel 1369 decise di stabilirsi ad Arquà e qui trascorse gli ultimi anni di vita.

Dalla morte di Petrarca il nome del borgo cambiò e si unì per sempre a quello del poeta toscano noto al mondo per essere stato il precursore dell’umanesimo. Ricordiamo la sua opera più celebre, il Canzoniere, pilastro della letteratura italiana.

Arquà Petrarca dalla fine del Trecento a oggi è un vero e proprio luogo di pellegrinaggio letterario, che riunisce molti turisti interessati a visitare la casa di Petrarca, di cui parleremo tra poco.

 

colli euganei

 

Come visitare il borgo medievale di Arquà Petrarca

Altra cosa importante oltre al capire cosa vedere Arquà Petrarca e capire in anticipo come visitarla.

Il borgo di Arquà Petrarca si presenta come un piccolo gioiello incastonato nei panorami splendidi dei Colli Euganei e si divide in due parti: la parte bassa e la parte alta.

Il dislivello tra l’una e l’altra è considerevole soprattutto se viaggi con bambini e quindi con passeggini.

Se ti stai chiedendo cosa fare in Veneto con i bambini, sappi che Arquà Petrarca è di sicuro uno dei luoghi più belli dove trascorrere un’intera giornata.

La prima volta che ho visitato Arquà Petrarca ero solo e ho parcheggiato la macchina nella parte bassa, vicino alla Tomba di Petrarca.

Se viaggi con tutta la famiglia, in particolare con bambini piccoli, ti consiglio di parcheggiare nella parte alta, perché tutti i principali monumenti si trovano lì.

Una volta terminata la visita spostati con l’auto nella parte bassa per concludere l’itinerario.

 

casa petrarca

 

Il museo della casa di Petrarca

Nella nostra guida su cosa vedere ad Arquà Petrarca non potevamo partire dal monumento più conosciuto del borgo medievale.

La Casa di Petrarca, oggi un grazioso museo, è veramente un luogo magico.

Esteticamente è conservata benissimo, dal giardino d’ingresso agli interni disposti su due livelli e riccamente decorati.

Il costo del biglietto è di 5 euro e la struttura è aperta dal martedì alla domenica, dalle 9 alle 19.

Per gli orari ti consiglio sempre di controllare prima della partenza, perché potrebbero essere soggetti a cambiamenti.

La Casa Museo si trova nella parte alta del borgo a pochi passi dal Municipio di Arquà Petrarca.

All’interno troverai il racconto della vita di Francesco Petrarca, dei luoghi in cui ha vissuto e potrai ammirare gli splendidi affreschi ottocenteschi che raffigurano alcuni dei sonetti del Canzoniere.

Se te lo stai chiedendo, non è necessario prenotare la visita.

 

borgo medievale arquà petrarca

 

Itinerario nel borgo di Arquà Petrarca

Dopo aver visitato la Casa di Petrarca puoi proseguire il tuo itinerario nel borgo medievale.

La nostra guida su cosa vedere ad Arquà Petrarca in un giorno prosegue nei vicoli della cittadina.

Dopo la casa del Petrarca, Arquà offre una bella passeggiata che parte dal Municipio e prosegue sotto la Loggia dei Vicari.

Da qui imbocca Via Castello, che ti porterà nel punto più alto del borgo, dove probabilmente c’era la residenza dei signori, nel Medioevo.

Affronta la salita a gradoni e dirigiti verso il Monumento ai caduti. La natura circostante crea un ambiente molto suggestivo dove potrai riposarti, far giocare i bambini o semplicemente goderti il panorama sul Parco di Arquà Petrarca e dei Colli Euganei.

Nella parte bassa, invece, non puoi perdere Palazzo Contarini, una dimora medievale tenuta in ottime condizioni. Non è possibile accedere alle stanze interne, ma merita una foto.

Poco distante vedrai la fontana e la tomba del Petrarca nella piazza della chiesa più importante del borgo.

Chiude il nostro itinerario proprio la visita alla Chiesa di Santa Maria Assunta, una delle più belle della provincia di Padova.

 

osteria arquà petrarca

 

Cosa mangiare

Abbiamo visto cosa vedere ad Arquà Petrarca ora è giunto il momento di capire cosa mangiare e soprattutto dove mangiare ad Arquà Petrarca.

Ci sono tanti locali e ristoranti davvero molto carini, con ottimi menù tipici della zona.

Il territorio dei Colli Euganei è noto soprattutto per i salumi e il prosciutto crudo di Montagnana è uno dei gioielli enogastronomici del territorio.

Per un aperitivo ti consiglio di fermarti all’Enoteca di Arquà, ottimi i taglieri e le bruschette. Per un pranzo o una cena ti consiglio il Ristorante pizzeria San Marco, vicino al Municipio.

 

visitare Arquà Petrarca e dintorni

 

Dove dormire ad Arquà Petrarca

Abbiamo visto cosa vedere ad Arquà Petrarca e cosa mangiare, ora forse ti starai chiedendo dove dormire nel borgo.

Molti preferiscono alloggiare ad Abano Terme per poi spostarsi ad Arquà solo per una visita.

Onestamente te lo sconsiglio, a meno che tu non voglia trascorrere una vacanza alle terme.

Il motivo è molto semplice. Ad Arquà Petrarca hai un’occasione irripetibile: puoi soggiornare in splendide e confortevoli dimore storiche immerse nella natura, a costi veramente convenienti.

Dormire ad Arquà Petrarca vuol dire rigenerare mente, spirito e fisico, perché oltre alla visita del borgo ci sono tanti itinerari che puoi seguire a piedi o in bicicletta.

Le tre strutture migliori dove dormire sono:

1) Casa Zorzi 

2) Appartamenti Quota 101 

3) Holiday House Petrarca 

 

Come arrivare ad Arquà Petrarca

Raggiungere Arquà Petrarca in auto è molto semplice. L’autostrada più vicina è la A13 Bologna – Padova. Prendi l’uscita per Monselice.

Se arrivi in treno, la stazione più vicina è Monselice, poi dovrai spostarti in autobus.

I parcheggi ad Arquà Petrarca sono quasi tutti a pagamento, non dimenticarti il biglietto in bella vista sul cruscotto.

 

Cosa vedere nei Colli Euganei

Siamo giunti alla fine di questa nostra guida su cosa vedere ad Arquà Petrarca. Prima di salutarti ti voglio indicare cosa vedere nei dintorni del famoso borgo medievale.

La maggior parte dei viaggiatori non si ferma solo ad Arquà, ma vuole esplorare tutto il territorio dei Colli Euganei.

Se anche tu hai queste intenzioni e magari ti fermi tre o quattro giorni, ti consiglio di visitare la città murata di Montagnana, il Castello del Catajo, il centro storico di Monselice e gli splendidi giardini di Este.

Poi, se hai ancora tempo a disposizione, non puoi perdere i meravigliosi monumenti di Padova, una visita alla Basilica di Sant’Antonio e un momento di relax ad Abano Terme.

Hai trovato utile questo articolo? Iscriviti alla nostra Newsletter e ricevi tutti gli aggiornamenti del blog prima degli altri.